1. A breve aggiorneremo la piattaforma di Reboot per risolvere alcuni problemi con i plug-in, quindi chiediamo ancora un po' di pazienza, Lo staff di Reboot

PLAYSTATION 1: STORIA DI UN MITO

Discussione in 'Playstation 1' iniziata da paololee, 20 Ago 2015.

  1. paololee

    paololee Livello 5

    Iscritto:
    23 Gen 2015
    Messaggi:
    108
    Like ricevuti:
    125
    Recentemente sul web è apparsa la notizia del ritrovamento di un prototipo di SUPER NES munito di lettore CD. Ed è proprio da questo che partirò per raccontarvi la storia della nascita e del successo di una console sensazionale, la psx di Sony, che ha innovato ed espanso un mercato videoludico fino a quel momento dominato da Nintendo e Sega.

    Come tutto ha inizio

    Siamo sul finire degli anni ottanta, il mercato dei videogiochi su console è, come detto, dominato da due aziende giapponesi: Nintendo e Sega, rispettivamente con il Supernes e il Mega Drive. La"guerra" infuria a suon di esclusive e giochi di ogni genere. Sega accusa Nintendo di produrre games per un'utenza infantile, mentre loro sono rivolti ad adolescenti e giocatori più “maturi" e quindi con giochi con tematiche nuove e originali. Dal canto suo Nintendo risponde con un parco titoli variegato e capace di attirare utenti di ogni età. In realtà, nella storia dei videogiochi, quella della generazione a 16 bit si dimostrerà una delle più equilibrate della storia.
    Questa doverosa premessa ci porta a capire meglio gli imminenti eventi che vi narrerò... È il 1990 quando Sega cerca di smarcarsi dalla concorrenza, presentando al Tokyo game show il Sega CD, add-on che applicato al Mega Drive avrebbe garantito prestazioni superiori ed un'evoluzione dei giochi come mai visto prima. Non fu proprio così, ma questa è un altra storia. Anche il mercato PC in costante fermento e rinnovamento si sta spostando su quello che è ritenuto, a ragione, il supporto del futuro in ambito informatico/videoludico: il compact disc/cd-rom. In Giappone già da tempo una console sta riscuotendo grande successo grazie all'uso del supporto CD con molti giochi anime, che potevano contare su filmati e musiche digitali mai visti prima nei videogiochi: questa console è l' ineguagliabile pc-engine, relegato sfortunatamente al solo Giappone. Insomma, tutti sono al lavoro per cercare di acquisire nuove quote di mercato con produzioni sempre più avanzate capaci di attirare grandi quantità di videogiocatori. È chiaro che Nintendo, nonostante la sua riconosciuta chiusura e lentezza nell'adottare nuove tecnologie,non può restare a guardare: decide di iniziare con Sony (detentrice con Philips della tecnologia CD) lo sviluppo dello SNES-CD! Precedentemente Sony aveva già realizzato il chip audio dello Snes, il famigerato Sony SPC-700, e anche per il prototipo del CD player non era a caso.
    Da notare che dietro lo sviluppo dell'SPC-700 c'è un ingegnere che scriverà la storia di PSX: Ken Kutaragi!

    [​IMG]

    Nintendo puntava a rinnovare tecnologicamente lo Snes mantenendo comunque una porta per l'utilizzo delle cartucce, in modo da permettere agli utenti di godere anche del già vasto parco titoli su questo formato.
    È il 1991 quando ci si prepara per far conoscere al mondo lo SNES-CD, sfruttando la famosa fiera americana Consumer Electronics Show (CES).
    [​IMG]

    [​IMG]

    [​IMG]

    Proprio in questa fase avviene una forte spaccatura tra Nintendo e Sony. Per quanto se ne dica, nessuno sa esattamente le ragioni dell'accaduto.Tra le più accreditate, è riportata la seguente:
    l'allora presidente Nintendo, Hiroshi Yamauchi, si accorge di alcune clausole presenti nel contratto stipulato con Sony, che ponevano Nintendo in una situazione di svantaggio o comunque di non pieno controllo sulla nuova console. Infatti Sony aveva diritto a royalty sui giochi e anche la possibilità di realizzare una propria console compatibile con i giochi del Snes fino ad allora prodotti, e anche su quelli futuri. Inutile dire che Yamauchi andò su tutte le furie e decise di annullare segretamente ogni accordo con Sony. Furono inviati velocissimamente Howard Lincoln e Minoru Arakawa (presidente di Nintendo America in Olanda) a stipulare un nuovo contratto con Philips.
    Immaginate lo stupore degli addetti ai lavori, dei giocatori e sopratutto di Sony, quando Nintendo annunciò di essere al lavoro sullo SNES-CD in partnership con Philips...
    [​IMG]

    Forte di questo accordo, Nintendo cercò di mediare in seguito con Sony sulle clausule contrattuali, ma la diregenza del colosso nipponico fu irremovibile e non cedette alle nuove proposte. Si cercò comunque di mantenere buoni rapporti, visto gli interessi comuni che ancora intercorrevano, poiché il contratto firmato aveva, nonostante tutto, ancora un forte valore, e non poteva essere ribaltato dall'oggi al domani come se niente fosse... Al TGS del 1991 viene per la prima volta presentata la Sony Playstation, con archittettura Snes, supporto cd-rom e capacità di utilizzarne nativamente tutti i giochi. Ben presto però Sony e sopratutto Nintendo capirono che l'hardware dello SNES era ormai arrivato al limite nonostante la possibilità di sfruttare il nuovo supporto, e si decise di interrompere i rapporti. La rottura fu definitiva...

    SONY AL BIVIO

    Dopo quanto accaduto, la dirigenza Sony era propensa a fermare la ricerca e lo sviluppo dei prototipi della console. Senza un partner come Nintendo, la preoccupazione era quella di entrare in autonomia in un mercato semisconosciuto, che necessitava di forti investimenti e che sembrava non lasciare spazio ad un terzo incomodo... Si decide ugualmente di non abbandonare quanto fatto e, si inizia a lavorare sul materiale realizzato fino a quel momento per cercare di arrivare ad una nuova console proprietaria sotto ogni punto di vista. Nel giugno del 1992 il presidente di Sony, Ohga, organizza un incontro a porte chiuse con il consiglio di amministrazione e il capo sviluppo del progetto Playstation, Kutaragi. Obiettivo: valutare l'evoluzione della console ed il futuro del progetto.
    Kutaragi mostra il nuovo sistema in funzione, valorizzandone la capacità tridimensionali molto evolute. Sfortunatamente il consiglio di amministrazione non ne volle sapere, ancora scottato dagli avvenimenti con Nintendo. La paura principale era quella di correre il rischio di un mega flop che avrebbe messo in ginocchio il colosso. Il presidente Ohga però resta positivamente impressionato e, contro ogni previsione combatte affinchè il progetto continui.

    Ohga si rivelerà un visionario, estremamente capace e coraggioso, con grande intuito e capacità. Non solo per la nascita della playstation, ma anche per aver sempre creduto nel formato CD/CD-ROM che solo successivamente rivoluzionò il mondo.
    Malgrado la decisione presa, Kutaragi e il suo team vennero trasferiti alla Sony Music, nel quartiere di Ayoama di Tokyo, lontani dal quartier generale. Kutaragi trovò inaspettatamente delle collaborazioni e risorse nel settore Music. Iniziò cosi una stratta collaborazione con Shygeo Maruyama, Ceo di Sony Music, e con altri membri della divisione.
    [​IMG]

    Si puntava ad una console potente e rivoluzionaria, sopratutto nell'ambito della gestione poligonale e nello sfruttare a fondo le potenzialità del Cd-ROM, ma non solo. Grazie all'esperienza del reparto Music, si studiò il miglior modo per produrre e distribuire i dischi di gioco, cercando di abbattere il più possibile i costi. Altro fattore essenziale era quello del marketing, che doveva essere aggressivo ma chiaro. Tutto questo non era ancora sufficiente. Si lavorò molto anche per coinvolgere le software house, cercando di incentivarne i lavori, oltre a chiedere royalty più basse rispetto alla concorrenza. Altro sforzo profuso fu quello di creare tool di sviluppo avanzati ma di facile utilizzo, per agevolare i team nella produzione di videogiochi. Sony li avrebbe supportati attivamente. Ci si sforzò di rendere il processo di produzione della psx meno oneroso possibile, per quanto non fosse semplice, visto la nuova tecnologia implementata. Si voleva e doveva arrivare all'utente finale con un prodotto rivoluzionario ed economicamente accessibile.
    È il 1994 quando Sony organizza a Tokyo una dimostrazione della nuova console a molti publishers e sviluppatori del panorama mondiale. Ne furono entusiasti, e da subito molti iniziarono a lavorare e collaborare con Sony. I due fattori cardine che convinsero la maggior parte ad aderire al progetto Sony furono, come già detto, l'utilizzo del CD-ROM (ormai presente su tutti i sistemi, tranne quello nintendo..) e la potenza grafica 3D che poneva le nuove basi per lo sviluppo di software moderno, capace di aprire le porte ad una nuova generazione di prodotti e utenza. Basti pensare che al momento del lancio in USA più di cento compagnie avevano già firmato accordi con Sony, e oltre 300 giochi erano in fase di sviluppo!

    È bene ricordare che lo sviluppo e la crescita del progetto Playstation, portò nel novembre del 1993 alla nascita di Sony Computer Entertainment Inc. (SCEI)
    [​IMG]
    PRONTI AL LANCIO

    Tutto è pronto per mostrare al mondo l'innovativa console.

    Il lancio in Giappone avviene il 3 dicembre 1994, registrando il sold-out in tutti i negozi. Si calcola che le prime 100.000 unità disponibili furono “bruciate” nelle prime ore di messa in vendita! Un risultato inaspettato dalla stessa Sony.

    Ci si prepara al lancio in America, ma ancora una volta non mancano controversie e conflitti all'interno della dirigenza nipponica. Non piace il fatto di vendere la console ad un prezzo troppo basso (in USA sarà venduta a 299 $, sorprendendo positivamente i consumatori) che non copre interamente i costi di produzione e distribuzione. La stessa SEGA sbarcherà in USA con la nuova console, il Saturn, il cui prezzo fu fissato a ben 399 $. Sarà ancora una volta il presidente Ohta con il sostegno di Kutaragi a chiudere ogni disaccordo, sostenendo che è giunto il momento di utilizzare nuove strategie commerciali/economiche e che i guadagni sarebbero arrivati con la vendita del software. Il lancio avviene in America il 9 settembre 1995. L'accoglienza fu a dir poco esaltante, con volume di vendita notevoli.

    Tocca poi all'Europa, ritenuta da Sony però un mercato minoritario e di scarsa importanza. Inizialmente era previsto il lancio della PS1 solo in Francia, Germania e Inghilterra. Fortunatamente per noi ci pensò Chris Deering CEO di SCEE (Sony Computer Entertainment of Europe, fondata a Londra nel 1995) ad opporsi energicamente, tanto da riuscire a far cambiare a Sony i piani per il vecchio Continente.
    È il 29 settembre 1995 quando la Playstation 1 arriva in tutto il continente. Un'altro incredibile successo, tanto da far rivalutare a livello mondiale l'importanza del mercato europeo, che assumerà presto importanza primaria! Entro la fine dell'anno saranno piazzate più di 600.000 unità, e successivamente si sarebbe arrivati anche in Russia, India e Medio oriente.
    I GIOCHI

    È chiaro che dietro il successo di una console vi sono i giochi, e Psx ha permesso agli sviluppatori di realizzare grandi cose. Anche in termini quantitativi ne sono stati prodotti un numero impressionante. Ciò che stupisce è, a mio parere, un grande numero di titoli che oggi definiremo tripla A, capaci di stupire sia sotto l'aspetto tecnico che a livello di gameplay. Non ultimo l'arrivo di tantissimi generi, anche nuovi, che hanno portato davvero innovazione nel settore.

    Impossibile citarli tutti, ma ricordo videogiochi del calibro di Tekken, Tomb Raider, Gran Turismo, Metal Gear Solid, Final Fantasy 7-8-9, Crash Bandicoot, Resident Evil, Dino Crisis, Spyro, Tombi, Xenogear (capolavoro Square mai arrivato in Europa..), Destruction Derby, Toshinden, Ridge Racer, Soul Reaver, Legend of Dragoon, Parasite Eve, e davvero un'infinita di altri giochi.

    Tra il 1999 e il 2000 le console vendute toccano i 40 milioni di unità. Fino al 2007 sono realizzati sempre a livello mondiale ben 7000 titoli!
    Il 31 marzo 2005 si stabilisce un nuovo record assoluto: sono superate le 100 milioni di unità, si parla di 102,49 milioni... Da notare anche l'incredibile ciclo di vita, che l'ha tenuta nei negozi per oltre dieci anni.
    Resta il rammarico per tanti titoli non arrivati in Europa, nemmeno tradotti in inglese, come il già citato Xenogears, ma si aggiungono Chrono Cross, Einhander, Arc the Lad, wild Arms, Lupin Terzo e il Castello di Cagliostro, Saga Frontier, Gundam e altri...
    [​IMG]

    [​IMG]

    [​IMG]
    CARATTERISTICHE TECNICHE

    Nome: PlayStation
    Peso: 1,4 kg
    Data prima immissione sul mercato: Dicembre 1994
    Consumo energetico: 9 W
    CPU: 32 bit RISC
    Memoria Principale: 2MB
    Memoria Grafica: 8Mbit
    Audio: SPU 24 ch Dimensioni: 270 x 60 x 188 mm
    Colorazione: Grigio chiaro
    Requisiti di alimentazione: 220-240 V CA, 50Hz
    Temperatura di esercizio: 5 °C- 35 °C
    Velocità di clock: 33,8688 Mhz
    Processore grafico: PS GPU
    Drive: CD-Rom 2x
    Memoria audio: 4Mbit
    Caratteristiche del diodo laser: Materiale: GaA1As - Lunghezza d' onda: l=780 nm - Tipo di emissioni: Continue - Uscita laser: meno di 44,6 mW (misurata ad una distanza di 200 mm dalla superficie della lente sul blocco di ricezione ottica).
    Formati supportati: PlayStation CD-Rom, CD Audio
    Ingressi / uscite sul fronte: 2 Porte Controller - 2 Slot per Memory Cards
    Ingressi / uscite sul retro: Presa d' alimentazione, Porta Serial I/O - Uscita AV Multi Out

    Per quanto concerne i comandi, inizialmente PS1 poteva contare su un controller con la classica croce direzionale, i tasti centrali SELECT e START, i quattro laterali triangolo, quadrato, cerchio, croce e altri quattro dorsali L1, L2, R1 e R2. Sarà con l'arrivo del Dualshock, caratterizzato da due levette analogiche centrali e vibrazione, che si valorizzerà ulteriormente l'esperienza di gioco.

    Per i salvataggi dei dati, vi erano due slot per ospitare schede di memoria in formato EEPROM che raggiungevano la dimensione di un Megabit (128 Kilobyte) con una velocita' di scrittura di 10 Kb/sec.
    [​IMG]
    CONCLUSIONI

    Va riconosciuto a Sony, in particolar modo a Ken Katuragi e al presidente Ohga, il coraggio di andare avanti a dispetto di quanto accaduto con Nintendo e con le forti chiusure interne all'azienda. Non deve essere stato facile. Il risultato è stato eclatante: una console rivoluzionaria, capace di spingere il settore in una nuova era/generazione, con una produzione di videogiochi senza precedenti sopratutto in termini qualitativi e innovativi. Oggi Playstation è un marchio di successo conosciuto a livello mondiale, praticamente da chiunque, stimato e rispettato. Ed è certo che la psx resterà eternamente nel cuore di milioni di videogiocatori e affezionati, compreso il sottoscritto, naturalmente!
    [​IMG]

    [​IMG]
     
    #1
    Ultima modifica di un moderatore: 21 Ago 2015
    A Roxaskh, AtoM, Pamelone e 10 altri utenti piace questo elemento.
  2. Aseptik

    Aseptik Livello 17

    Iscritto:
    24 Gen 2015
    Messaggi:
    733
    Like ricevuti:
    284
    Bello,bello,bello!Complimenti per l'articolo! :clapping:
    Ti dico solo che alcuni titoli li ho messi nell'emulatore della wii per giocarci con i figli...naturalmente nulla da paragonare ai giochi moderni come grafica, però devo dire che hanno ancora un certo fascino.
    Per quanto riguarda la visione del futuro del presidente della Sony...beh...sfortunatamente non ne avevano uno così alla Olivetti quando si inventarono la Programma 101 :angry:
     
    #2
    A paololee piace questo elemento.
  3. montale

    montale Livello 6

    Iscritto:
    23 Gen 2015
    Messaggi:
    138
    Like ricevuti:
    68
    Ogni volta che scrivi un'articolo sembra di assistere ad un programma di Discovery Channel, davvero grandioso, complimenti!
     
    #3
    A GioKanto, Aseptik e paololee piace questo elemento.
  4. StandardBus

    StandardBus Alan

    Iscritto:
    15 Dic 2014
    Messaggi:
    4.091
    Like ricevuti:
    5.325
    Articolo fantastico. Non ero a conoscenza di com'era andata.
     
    #4
    A GioKanto e paololee piace questo messaggio.
  5. Mr. Verne

    Mr. Verne Livello 2

    Iscritto:
    1 Gen 2015
    Messaggi:
    22
    Like ricevuti:
    4
    A inizio Luglio, é saltato fuori per la prima volta un prototipo dello SNES CD, ma per adesso non ci sono sviluppi.
    Fonte con video.
     
    #5
  6. nodaorphen

    nodaorphen Livello 14

    Iscritto:
    23 Gen 2015
    Messaggi:
    500
    Like ricevuti:
    216
    once upon a time...come al solito mi perdo nel leggere quello che scrivi, sopratutto sapendo già la storia (mi rendo conto che sono vecchio...:disappointed:) riesci sempre a sorprendermi con curiosità e notizie che non avevo sentito all'epoca....aspetto le prossime storie:clapping::clapping::clapping:
     
    #6
    A paololee piace questo elemento.
  7. paololee

    paololee Livello 5

    Iscritto:
    23 Gen 2015
    Messaggi:
    108
    Like ricevuti:
    125
    Sembra ne siano stati prodotti solo 200 esemplari.….
     
    #7
  8. Swear

    Swear Livello 14

    Iscritto:
    29 Gen 2015
    Messaggi:
    541
    Like ricevuti:
    188
    Complimenti per l'ottimo articolo! Mi sono letteralmente immerso nella lettura, spinto sì dalla curiosità, ma anche dalla chiarezza del testo! Ancora compimenti!
     
    #8
    A GioKanto e paololee piace questo messaggio.
  9. Lagoe

    Lagoe Livello 2

    Iscritto:
    19 Mag 2015
    Messaggi:
    26
    Like ricevuti:
    12
    Bell'articolo davvero :thumbsup:
    Ben scritto e impostato. Una lettura interessante!
     
    #9
    A GioKanto e paololee piace questo messaggio.
  10. w wololo 2

    w wololo 2 Livello 13

    Iscritto:
    24 Lug 2015
    Messaggi:
    441
    Like ricevuti:
    101
    Hai talento per scrivere articoli.
     
    #10
    A GioKanto e paololee piace questo messaggio.
  11. paololee

    paololee Livello 5

    Iscritto:
    23 Gen 2015
    Messaggi:
    108
    Like ricevuti:
    125
    Grazie a tutti, presto un'altro articolo che reputo personalmente molto interessante e, credo che fara' piacere a molti.…
     
    #11
    A GioKanto, montale e StandardBus piace questo elemento.
  12. Pamelone

    Pamelone Il bonazzo di questo forumazzo

    Iscritto:
    14 Lug 2015
    Messaggi:
    200
    Like ricevuti:
    86
    Tantissimi complimenti per questo articolo: bello,completo e ricco di passione :smile:
     
    #12
    A GioKanto e paololee piace questo messaggio.
  13. ps2fun90

    ps2fun90 Livello 1

    Iscritto:
    25 Apr 2016
    Messaggi:
    15
    Like ricevuti:
    2
    Io rispondo cosi l ho rispolverata insieme alle ps2 e 1 altra ps1 fat
     

    File Allegati:

    #13
    A Wombat e paololee piace questo messaggio.
  14. StandardBus

    StandardBus Alan

    Iscritto:
    15 Dic 2014
    Messaggi:
    4.091
    Like ricevuti:
    5.325
    Mitico, hai ancora da parte lo schermo originale per la One :blush:
     
    #14
  15. ps2fun90

    ps2fun90 Livello 1

    Iscritto:
    25 Apr 2016
    Messaggi:
    15
    Like ricevuti:
    2
    Sisi ci gioco a gran turismo con la mia ragazza tutto originale mai modificata sembra appena comprata sia play che schermo ❤
     
    #15
Sto caricando...

Condividi questa Pagina