1. A breve aggiorneremo la piattaforma di Reboot per risolvere alcuni problemi con i plug-in, quindi chiediamo ancora un po' di pazienza, Lo staff di Reboot

Smontato il prototipo di SNES-CD costruito da Nintendo e Sony: svelati i segreti

Discussione in 'SNES / NES / Famicom' iniziata da StandardBus, 20 Lug 2016.

  1. StandardBus

    StandardBus Alan

    Iscritto:
    15 Dic 2014
    Messaggi:
    4.091
    Like ricevuti:
    5.325
    [​IMG]

    Un noto canale Youtube ha pubblicato il video del teardown dello SNES-CD, conosciuto anche con il suo nome in codice SFX-100. Con questo prototipo è stata scritta una parte davvero importante nella storia dei videogiochi.

    Sony è nota per produrre chip audio di qualità e con caratteristiche davvero uniche. Nintendo negli stessi anni investe sui videogiochi, sfornando NES e SNES, ed ora è il momento di stare al passo con la concorrenza presentando una versione potenziata del Super Nintendo. Per questo prova a stringere un alleanza con Sony per trarre beneficio dalla sua esperienza nel campo dell'audio digitale, e dalla loro collaborazione nasce una console mai commercializzata, prodotta da Nintendo ma che fa sfoggio di un logo che riporta sia i quattro pulsanti caratteristici del joypad Super Nintendo che la scritta Playstation. La console doveva essere in grado sia di riprodurre i CD che il popolare formato a cartuccia del Super Famicom.

    Le strade dei due colossi si sono divise poco tempo dopo questo tentativo, probabilmente a causa di condizioni troppo restrittive da parte di Sony come ben spiegato all'interno dell'articolo di Paololee "Playstation 1: storia di un mito". In effetti, sul prototipo di SNES-CD comparso per la prima volta qualche mese fa non si legge "Nintendo" da nessuna parte.

    Quali erano gli obiettivi di Sony e Nintendo? Possiamo scoprire qualcosa proprio dal video che è stato pubblicato.

    [​IMG]
    Un nuovo supporto

    Anche se l'SFX-100 è solo un prototipo, la cura nei dettagli fa pensare che il prodotto finale non sarebbe stato molto diverso da quello che è possibile vedere nelle foto.
    La console è completa, ha un design in linea con quello che veniva commercializzato due decenni fa, e lascia intendere che il lavoro di sviluppo era già ad uno stadio molto avanzato. Eppure SNES-CD non ha mai visto gli scaffali dei negozi.

    [​IMG]

    Sony con le sue Playstation ha sempre scommesso molto sull multi-purpose, ovvero sul produrre un dispositivo che fosse in grado di svolgere più compiti. Basti pensare alla PS1, in grado di leggere sia CD audio che VideoCD oltre ai supporti di gioco. Alla PS2, in grado di riprodurre DVD Video, e alla PS3 in grado di riprodurre i BD Video.
    Questo modo di vedere le console per videogiochi come centro multimediale da salotto è probabilmente nato proprio su SNES-CD: doveva essere in grado sia di avviare i giochi per Super Nintendo (da cartuccia), sfruttandone l'ampio parco titoli, che essere in grado di avviare giochi e contenuti multimediali da supporto ottico.
    Il display ed i tasti posti sopra la console dovevano servire a gestire la riproduzione di CD audio senza dover ricorrere ad un TV collegato e acceso per avere informazioni sulla traccia in riproduzione e sul tempo trascorso dall'inizio del brano.

    [​IMG]

    Il CD ai tempi doveva ancora guadagnarsi la popolarità che avrebbe avuto solo anni a seguire, ma Sony aveva già intenzione di investirci sopra: 700MB erano un enormità di spazio rispetto ai 48Mbit (6MB) della più grandi cartucce SNES (Tales of Phantasia e Star Ocean), e questo avrebbe permesso agli sviluppatori di immagazzinare più informazioni, o grafiche più curate all'interno dei supporti di gioco.

    [​IMG]
    La cartuccia SNES che attiva il drive ottico

    Il prototipo è stato trovato corredato anche di una cartuccia avente la forma classica di quelle usate dal Super Nintendo europeo. Inserendola nello SNES-CD appare a schermo la possibilità di gestire il lettore CD. All'interno la cartuccia non ha solamente la memoria ROM con il programma di gestione del drive ottico, ma possiede al suo interno diversi integrati che vanno ad aumentare notevolmente le risorse a disposizione dell'unità base SNES.

    [​IMG]
    Probabilmente quello con l'etichetta 0.95 è il chip ROM riprogrammabile che conteneva il software di gestione del drive ottico, smontabile per facilitare lo sviluppo, mentre le S-WRAM marchiate Nintendo erano due memorie volatili a disposizione per l'immagazzinamento temporaneo dei dati, prima dell'elaborazione.
    Questo hardware extra avrebbe potuto permettere lo sviluppo di giochi più complessi, ed il Chip SuperFX in parte ha assecondato questa necessità di potenza di calcolo extra, permettendo lo sviluppo di giochi come Starfox o Yoshi's Island, all'interno dei quali vengono calcolati in tempo reale degli oggetti poligonali al posto di grafiche 2D.
    È anche vero che l'utilizzo di un drive ottico richiede anche tanta RAM extra per immagazzinare i dati letti, al contrario delle cartucce che permettono un accesso rapido a qualsiasi dato, e questo avrebbe sprecato buona parte delle risorse supplementari messe a disposizione dalla cartuccia.

    [​IMG]

    Sony ha clonato lo Snes (con l'aiuto di Nintendo)

    Nintendo è sempre stata molto lenta ad adottare le nuove tecnologie, puntando più sull'innovazione che sulla potenza. Snes-CD infatti non porta con sè dei grandi vantaggi rispetto al classico SNES. L'hardware ricalca gli schemi utilizzati per produrre lo SNES classico. Perfino la disposizione degli integrati non è variata sensibilmente, ed è possibile notare similitudini anche solo con una rapida occhiata delle due board affiancate.

    Anche se dall'esterno sembrava che la console fosse finita, all'interno ci sono ancora dei ritocchi da fare. I fili che si vedono attraversare la board sono stati saldati a mano per correggere i difetti progettuali, in attesa di produrre una nuova revisione dello stampato.

    [​IMG]
    [​IMG]
    No, non è una hardmod, anche se gli va vicino.​

    Su quasi tutti gli integrati, a partire dal processore per finire sui sound chip, sono presenti i marchi Sony e Nintendo. Su alcuni in particolare sono presenti entrambi i marchi. Probabilmente per la produzione di questi i progetti sono stati condivisi con Sony, che ha aggiunto qualcosa di suo (oppure il contrario).

    [​IMG]
    Epilogo

    Dopo aver partorito questo prodotto, come già detto, le due aziende hanno cominciato a lavorare a progetti indipendenti. Sony aveva creato il marchio Playstation, che nel 1994 avrebbe stampato su una console sviluppata da zero, mentre Nintendo continuò a cercare partner per la produzione di uno SNES-CD, trovando Philips, ma con il quale non fu prodotto nulla. In compenso Philips guadagnò alcuni diritti di utilizzo dei nomi di punta di Nintendo. Sprecò l'occasione pensando di potersi far forte mettendo in commercio la console Philips CD-i con giochi che portavano il nome di Mario e Zelda, ma decisamente acerbi, non curati, che caddero presto nel dimenticatoio.
    Nintendo invece rinunciò all'utilizzo dei supporti ottici, concentrandosi sullo sviluppo del Nintendo 64.
    In seguito tornò sui suoi passi e riprese i DVD, ma solo nel 2001 con il Gamecube.
     
    #1
    A nastys, marcyvee, vampiro e 11 altri utenti piace questo elemento.
  2. NoWar

    NoWar Livello 9

    Iscritto:
    12 Nov 2015
    Messaggi:
    239
    Like ricevuti:
    73
    Che spettacolo... di certo Nintendo ha perso una grande opportunità con Sony e d'altra parte Sony da questo divorzio ha iniziato la sua ascesa nel mondo delle console. La Ps1 è stata di certo una console rivoluzionaria per l'epoca.
     
    #2
  3. iwearjean

    iwearjean Livello 1

    Iscritto:
    24 Giu 2016
    Messaggi:
    1
    Like ricevuti:
    0
    Ma dai, linkate i video che c'e' anche la seconda parte che e' stata fatta dopo che questo articolo e' stato scritto e ha nuovi dettagli

     
    #3
  4. Alegiro

    Alegiro Ospite

    Beh.………………. Veramente, la Sega aveva, con la Saturn, fatto una versione "precedente" e (a mio avviso) migliore, della Sony, quindi, di innovativo non aveva granché. Date alla mano, la PS1 è stata prodotta ed è uscita dopo la rivale Sega. Per non parlare di Dreamcast vs PS2.… Qualitativamente, l'abisso a favore della prima. Purtroppo la storia insegna che la pubblicità ha salvato la seconda.… Purtroppo, ripeto!
     
    #4
Sto caricando...

Condividi questa Pagina