1. A breve aggiorneremo la piattaforma di Reboot per risolvere alcuni problemi con i plug-in, quindi chiediamo ancora un po' di pazienza, Lo staff di Reboot

TIPOLOGIE DI PANNELLI MONTATI NEI MONITOR/TV

Discussione in 'Off topic' iniziata da student, 15 Feb 2016.

  1. student

    student Staff Livello 40 Staff

    Iscritto:
    30 Ago 2015
    Messaggi:
    3.805
    Like ricevuti:
    3.823
    [​IMG]

    Scegliere la tipologia di pannello per lo specifico utilizzo che se ne vuole fare è cosa molto importante.

    Attualmente le tecnologie presenti nei pannelli a cristalli liquidi possono essere raggruppate in 4 grandi categorie: TN, IPS, VA e PVA, ognuna delle quali ha le sue "modifiche sul tema".

    TWISTED NEMATIC
    TN è l'acronimo di Twisted Nematic; tali 2 parole "nascondono" il seguente effetto fisico-chimico scoperto nel 1911 da Charles-Victor Mauguin: la struttura dei cristalli liquidi, normalmente a spirale, viene rimodulata e controllata in differenti configurazioni molecolari quando questi sono influenzati da un campo elettrico in maniera correlata al voltaggio della corrente stessa; per ottenere questo effetto la corrente passa attraverso strati di sottili film [da qui il nome TFT (Thin Film Transistor)] dotati di piccolissimi elettrodi ognuno dei quali controlla il singolo subpixel (il singolo, rosso, verde e blu di ogni singolo pixel per capirci); ruotare i cristalli (elettricamente) di 90° non fa passare la luce mentre livelli di rotazione intermedia fanno ottenere il rosso, il verde o il blu; se tutti e tre i subpixel vengono attivati allora il pixel diventa bianco.
    Tali pannelli sono strutturati in strati come segue:
    [​IMG]
    [​IMG][​IMG]
    1 - Filtro polarizzatore verticale (passa solo la luce che oscilla sul piano verticale - P2)
    2 - Strato con elettrodi la forma dei quali determina la forma che apparirà sullo schermo adeso ad uno strato di vetro (E2+G)
    3 - Strato di cristalli liquidi reattivi al campo elettrico (LC)
    4 - Strato con elettrodi adeso ad uno strato di vetro (E1+G)
    5 - Filtro polarizzatore ruotato di 90° rispetto al filtro 1 (P1)
    6 - Superficie riflettente che ritrasmette la luce (I)
    Di seguito un video che mostra nel dettaglio i vari strati ed il loro "magico" funzionamento, a mio avviso FANTASTICO, guardatelo fino alla fine:

    Questa tipologia di pannelli permette tempi di risposta molto veloci (1ms grey-to-gray) ed i costi sono più contenuti. L'effetto collaterale è la perdita di contrasto se il pannello viene guardato da diverse angolazioni (per lo meno questo era molto evidente nelle prime generazioni) soprattutto se guardati in verticale (vedere la foto introduttiva dell'articolo per avere una idea); gli angoli di visuale tipicamente dichiarati (ma non sempre reali!) per questi monitor, in orizzontale/verticale, sono 160°/160° or 170°/160°. I monitor da 15", 17" e 19" saranno con molta probabilità TN perchè le dimensioni maggiori e le nuove tecnologie sono state sviluppate a partire dalla fine del primo decennio degli anni 2000 (2008/2009).
    La profondità del nero di questi pannelli è migliorata molto negli ultimi anni potendo tranquillamente rivaleggiare o addirittura superare quella dei pannelli IPS arrivando a contrasti di circa 1000:1. Questi pannelli sono usualmente 6bit, 6bit+FRC o 8bit con poca differenza apprezzabile tra i 6bit+FRC e gli 8bit reali (questi ultimi prodotti dal 2014 in poi).


    VERTICAL ALIGNMENT

    [​IMG]
    VA è l'acronimo di Vertical Alignment. Rappresenta una tecnologia ideata da Fujitsu nel 1996; i cristalli in questo caso sono disposti in singolo dominio e verticalmente alla superficie dello strato di vetro e quando non passa corrente i 2 filtri polarizzatori producevano un ottimo nero; al passaggio della corrente i cristalli si angolano per per far passare la quantità di luce necessaria ad ottenere i vari colori con un contrast ratio elevato; questa neonata tecnologia aveva grossi problemi di visualizzazione alle diverse angolazioni. Per ovviare a questo problema sono state sviluppate diverse soluzioni:

    MVA
    [​IMG]
    Multi Domain Vertical Alignment. Introdotta da Fujitsu nel 1998 voleva essere un compromesso tra la tecnologia TN e la IPS; prometteva angoli di visuale di 160°-170°, migliorativi rispetto ai TN, e tempi di risposta di circa 25ms, all'epoca irraggiungibili per gli IPS offrendo inoltre profondità del nero e contrast ratio migliori. Questa tipologia di prodotto pero'non riusciva ad abbassare il response time di conseguenza sono stati sviluppati nuovi pannelli che potete leggere qui sotto.

    P-MVA e S-MVA
    Premium MVA, prodotti dalla AUO, e Super MVA, prodotti invece dalla Chi Mei Optoelectronics e dalla Fujitsu dal 1998 in poi. Sono stati i primi a rivaleggiare con i tempi di risposta dei TN ma avevano il difetto di "perdere toni di colore" se guardati in modo perpendicolare (soprattutto i toni scuri, a causa del peculiare allineamento in domini dei cristalli). Sono quindi superiori ai TN ma ancora non raggiungo le capacità degli IPS; possono raggiungere contrast ratio fino a 1200:1.

    AMVA
    Advanced MVA. Prodotti dalla AUO dal 2005 ma attualmente passati in secondo piano da parte della stessa azienda per i pannelli IPS AHVA con i quali non vanno confusi. Questi pannelli riducono l'effetto della perdita del tono di colore e migliorano gli angoli di visuale grazie all'incremento del numero di domini.
    [​IMG]
    Possono raggiungere contrast ratio fino a 5000:1, decisamente superiori ai TN d agli IPS. Non raggiungono pero'gli angoli di visuale degli IPS nè i tempi di risposta di TN ed IPS. Esistono varie revisioni dei pannelli AMVA, che vanno dalla AMVA1 alla AMVA5 (la 4 non esiste), ognuna migliorativa rispetto alla precedente in termini di contrast ratio e mantenimento del tono dei colori.
    [​IMG]
    Sharp MVA
    Sharp è entrata nel 2013 nel mondo degli MVA con prodotti che possono superare i 120Hz raggiungendo i livelli dei pannelli IPS in termini di tempi di risposta con contrast ratio reali di 5000:1. Permangono gli angoli di visuale peggiori rispetto agli IPS (ma migliori dei TN) e la perdita di contrasto dei colori se visti a certe inclinazioni.

    PATTERNED VERTICAL ALIGNMENT
    Significa Patterned Vertical Alignment. Sviluppata in modo proprietario da Samsung per rivaleggiare con gli MVA degli anni '90. Utilizza sempre un vertical alignment dei cristalli ma puo'essere considerata una tecnologia a se stante.
    [​IMG]
    [​IMG]
    I primi modelli soffrivano degli stessi problemi degli MVA ma si sono evoluti nei modelli seguenti.

    S-PVA
    Super Patterned Vertical Alignment. Nel 2004 Samsung introduce la tecnologia del overdrive (RTC) chiamata MagicSpeed per ridurre i tempi di risposta introducendo una struttura dei cristalli a forma di boomerang dividendo i subpixel ognuno in 2 parti ciascuna che guarda in direzione opposta per migliorare gli angoli di visuale rimanendo comunque inferiore agli IPS (ed è peggiora se guardato da un lato piuttosto che dall'altro a causa della struttura dei subpixel) e mantenendo il problema della perdita del tono di colore. In pratica a bassa luminosità una delle 2 zone rimane spenta mentre viene accesa quando la luminosità
    aumenta:
    [​IMG]
    cPVA
    Non si conosce esattamente per cosa stia la "c". Prodotti da Samsung a partire dal 2009, sono simili agli S-PVA ma hanno permesso all'azienda di ridurre i costi di produzione (un po'come gli e-IPS descritti più avanti).

    A-PVA
    Advanced PVA. Prodotti da Samsung nel 2012 ma poco si sa sulle loro caratteristiche tecniche ma pare il termine "Advanced" sia stato introdotto per rivaleggiare con l'Advanced-MVA e l'Advanced H-IPS (vedi più avanti).

    SVA
    Dal 2014 Samsung ha chiamato i suoi pannelli in questo modo ma non si conosce la definizione della "S" e potrebbero essere gli ultimi pannelli con tecnologia PVA sul mercato. Utilizzati nei pannelli curvi prodotti di recente. Contrast ratio 3000:1 e refresh rate massimo di 60Hz.


    IN-PLANE SWITCHING
    IPS sta per In-Plane Switching; tale tecnologia fu inventata da Hitachi nel 1996 allo scopo di migliorare la visualizzazione quando si guarda il pannello oltre certi angoli di visuale, superato il quale i pannelli TN mostrano una visibile riduzione e non gradevole della qualità dell'immagine. Il nome deriva dal fatto che le molecole dei cristalli liquidi si muovono parallelamente al pannello e non perpendicolarmente riducendo la dispersione della luce e riproducendo buoni colori anche ad angoli di 178° sia in orizzontale che in verticale.
    La struttura molecolare dei cristalli è sostanzialmente la stessa dei pannelli TN ma in questo caso la disposizione degli elettrodi E1 ed E2 (vedi figura sopra) è diversa: entrambi giacciono sullo stesso piano in un singolo strato di vetro ed orientano, quando è presente il campo elettrico, l'asse lungo dei cristalli lungo quello del piano (e non perpendicolarmente come accade per i TN):
    [​IMG]
    Se toccati, mostrano pochissimo l'effetto di distorsione tipo "sasso nell'acqua":
    [​IMG]
    cosa importante se utilizzati in un dispositivo touch screen. Sono pannelli più costosi dei TN e solitamente consumano circa un 10-15% rispetto ai TN. I primi modelli soffrivano di un basso tempo di risposta.

    S-IPS
    Super-IPS; sono pannelli che si avvalgono della tecnologia Dual Domain (DD-IPS) di IBM e Advanced Coplanar Electrode (ACE) di Samsung. La seconda sembra non essere più in produzione mentre la prima è prodotta dalla IDTech, joint venture di IBM con Chi Mei Optoelectronics. Sono modelli molto costosi e riservati ad un mercato di nicchia. Anche NEC produce le sue versioni di pannelli S-IPS chiamate A-SFT, A-AFT, SA-SFT ed SA-AFT. Nel 1998 anche LG ha iniziato la sua produzione. Il grosso problema di questa tecnologia sono i lenti tempi di risposta, migliorati con gli ultimi modelli. Sono pannelli simili aigli e-IPS, H-IPS o p-IPS.

    E-IPS e AS-IPS
    Enhanced ed Advanced S-IPS. Sono tutte terminologie che racchiudono le ultime tecnologie IPS (cosi come il semplice S-IPS); sono incentrati sull'incremento del contrast ratio ma ancora non vincono sui pannelli di tipo VA. I tempi di risposta Grey-to-Grey sono di circa 5ms. AS-IPS è la versione NEC degli E-IPS. AS-IPS, giusto per confondere ulteriormente, è anche il nome dato da Hitachi ai suoi primi modelli IPS (all'incirca nel 2002). E-IPS è diverso da e-IPS (vedi sotto).

    H-IPS
    Horizontal-IPS; introdotto da LG a fine 2006 altera la disposizione dei subpixel che appaiono allineati anzichè "a freccia" come nei modelli S-IPS più datati.
    [​IMG]
    [​IMG]
    [​IMG]


    e-IPS

    Terminologia utilizzata da LG come sottocategoria dei suoi H-IPS; hanno una struttura dei subpixels semplificata ed una matrice più trasparente che necessita di lampade meno potenti di conseguenza si riducono i costi di produzione ed i consumi. Gli angoli di visuale sono leggermente peggiori rispetto agli S-IPS ma sempre migliori dei pannelli TN. Sono spesso 6bit+AFRC (Advanced Frame Rate Control) quindi si riducono ulteriormente i costi di produzione, la "e" potrebbe significare "economic".

    UH-IPS e H2-IPS
    Termini utilizzati tra il 2009 ed il 2010 da alcuni produttori per promuovere prodotti con consumi ridotti. Rappresentano un aggiornamento dei pannelli H-IPS (come gli e-IPS sopra descritti se non costituiscono addirittura la stessa tecnologia ma con nome diverso a seconda del produttore). Le linee che separano i subpixels sono più piccole con lo scopo di utilizzare lampade meno potenti e ridurre quindi costi e consumi.
    [​IMG]

    S-IPS II

    Super-IPS II: aperture ratio migliorato rispetto agli UH-IPS migliorando brightness e contrasto e risparmiando sui consumi. Dall'immagine sopra si puo'notare la struttura a freccia dei pixel (non più dunque verticale come nei normali H-IPS). Sembrano degli e-IPS ma con una struttura dei pixel simile agli S-IPS.

    p-IPS
    Performance IPS, introdotti da NEC nel 2010, come gli H-IPS ma con 10bit di profondità di tipo 8bit+FRC (quindi non un vero 10bit); ricordiamo che attualmente i 10bit sono utilizzabili solo dagli output video DisplayPort e Dual-link DVI.

    AH-IPS
    [​IMG]
    Introdotti da LG nel 2011. Sono i famosi display "retina" di Apple; offrono maggiore risoluzione e maggiore densità di pixels (PPI). Viste le critiche ai display S-IPS ed H-IPS LG ha cambiato la Anti-Glare Coating (il rivestimento antiriflesso). I recenti monitor a partire da 27" 2560 x 1440 IPS sono con tutta probabilità AH-IPS. Attualmente non permettono frequenze di aggiornamento elevate ed hanno specifiche simili agli H-IPS ed e-IPS arrivando a contrast ratio di 1000:1.

    Super PLS
    [​IMG]
    Display PLS Samsung Galaxy Tab 10.1
    Le nuove evoluzioni, come i Super LPS (Super Plane-to-Line Switching) prodotti da Samsung a fine 2010 dichiarano miglioramenti nella brillantezza del 10%, riduzione dei costi di produzione e possibilità di realizzare pannelli flessibili; sono stati prodotti per rivaleggiare contro gli IPS prodotti da LG. Sono comunemente chiamati PLS ed in alcuni casi diplay "marchiati" IPS hanno all'interno dei PLS di Samsung.

    AD-PLS
    Advanced PLS, proposti da Samsung nel 2012; non si capisce esattamente quali novità portino; sembrano rappresentare il nome commerciale utilizzato per rivaleggiare con gli AH-IPS di LG.

    AHVA
    Advanced Hyper-Viewing Angle. Per contro ai Super PLS di Samsung, l'azienda AU Optronics, nel 2012, ha prodotto il suo modello di IPS, chiamato AHVA (da non confondere con i panneli AMVA, sempre prodotti da AUO; vedere sopra per i dettagli). Con questa tecnologia AUO è riuscita a produrre pannelli con frequenze di aggiornamento superiori ai 120Hz ed i suoi prodotti sono paragonabili agli IPS o PLS anche se affermano di avere un tempo di risposta minore.


    RIASSUNTO

    [​IMG]
    [​IMG]
    [​IMG]
    [​IMG]



    LINKS UTILI

    Database ricerca pannelli: usare il modello esatto del monitor per scoprire quale pannello monta e quale è il suo dichiarato tempo di risposta (vedi screenshot sotto).
    [​IMG]

    ==============================================================

    Modulo per ricercare il monitor/pannello desiderato con numerosi parametri selezionabili inclusa la tipologia di utilizzo preferenziale e secondaria (vedi screenshot sotto).
    [​IMG]
     
    #1
    Ultima modifica: 16 Ott 2017
    A Zeus, Shajk00, zoruMan e 4 altri utenti piace questo elemento.
  2. zoomx

    zoomx Livello 19

    Iscritto:
    12 Set 2015
    Messaggi:
    890
    Like ricevuti:
    334
    Wow!
    Appena provato il primo link sui pannelli a partire dal modello di monitor.
    Nella postazione ho due Asus VH242 Full HD da 23.6”
    Il responso è che montano dei pannelli Chi Mei M236H1-L01 i quali supportano il colore ad 8bit, quindi i 16.7Milioni ci dovrebbero essere tutti. Tempo di risposta 5ms. Pare possa arrivare a 75Hz.

    Francamente la parte velocità interessa meno perché in questa postazione, oltre al lavoro per cui mi bastano molto meno (a parte lo spazio!), ci guardo le foto e i 16.7M mi sono comodi.

    Scoprire che i pannelli dei portatili di anni fa andavano a 6bit, che fanno 262144 colori non è stato bello. In realtà si tratta di ricordare, al tempo del passaggio da CRT a LCD la sapevo questa storia dei colori ma me l'ero dimenticata.
    Ovviamente si nota quando vai ad osservare foto con un sacco di sfumature più o meno dello stesso colore, tipo alcuni cieli e specialmente il tramonto. Ecco che in questi casi spunta il banding. Altri tempi.

    Al titolo manca una T proprio all'inizio :wink:
     
    #2
    A student piace questo elemento.
  3. Zeus

    Zeus Staff :(){ :|:& };: Staff

    Iscritto:
    15 Dic 2014
    Messaggi:
    708
    Like ricevuti:
    508
     
    #3
    A student piace questo elemento.
  4. student

    student Staff Livello 40 Staff

    Iscritto:
    30 Ago 2015
    Messaggi:
    3.805
    Like ricevuti:
    3.823
    Il pennello elettronico del crt ripreso con telecamera untraveloce! Chespettacolo!
     
    #4
  5. zoomx

    zoomx Livello 19

    Iscritto:
    12 Set 2015
    Messaggi:
    890
    Like ricevuti:
    334
    Curioso il fatto che Super Mario sia in progressivo e non interlacciato.
     
    #5
    A student piace questo elemento.
Sto caricando...
Potrebbe interessarti anche
  1. student
    Risposte:
    34
    Visite:
    6.574

Condividi questa Pagina